La notte

Ho sognato cose che non so.
Ho sognato la me stessa che non mi è dato conoscere.
È lì che cammina di notte, quando nessuno la vede.
È lì che mi bussa forte, lapidando il mio sonno.
Ogni notte i suoi sassi riscaldano il letto,
ogni mattina il ricordo è sbiadito dal sole:
secco negli occhi,
solo un’orma di qualcosa che verrà cancellata dall’acqua.
Ma dentro le impronte assomigliano a graffi,
impermeabili pulsano di vita nascosta,
misteriosa,
aliena.
È un linguaggio che non riesco a intuire,
che vorrei sentire,
che ho paura di capire.

Annunci

Informazioni su Ehipi

"Attualmente non mi conosco" (Alda Merini) Vedi tutti gli articoli di Ehipi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: